NEL CUORE DELLE VIBRAZIONI ESTIVE

62a edizione del Ljubljana Festival dal 1° luglio al 1° settembre. Ricco extra-programma a giugno e a meta settembre. Ben cinque concerti in piazza Kongresni trg e uno in Piazza Unita d’Italia a Trieste per un impulso estivo ancora piu vivace delle due citta. Un imponente inizio con Carmina Burana e una conclusione reale con l’Orchestra Royal Concertgebouw di Amsterdam.
Direttori rinomati come Uroš Lajovic, Riccardo Muti, Karel Mark Chichon, Nikša Bareza, George Pehlivanian, Vladislav Černušenko, Andres Mustonen e Mariss Jansons. Ospiti di spicco: Royal Concertgebouw Orchestra di Amsterdam, Solisti di Mosca e Filarmonica ‘900 del Teatro Regio di Torino. Fra le grandi presenze i pianisti: Boris Berezovski, Paul Badura-Skoda, Rostislav Krimer e Jean-Yves Thibaudet, il violinista Stefan Milenković, il violista Yuro Bashmet, il chitarrista Vlatko Stefanovski, il mezzosoprano Elina Garanča, la regina del flamenco María Pagés, i coreografi Vasilij Medvedev, Valentina Turcu e Leo Mujić, il regista Mykal Rand e altri.
Arte al massimo livello a prezzi accessibili – a partire anche da 5 euro.
Il Ljubljana Festival dimostra il proprio impegno sociale anche con workshop gratuiti per bambini da famiglie disagiate.

 

Sei concerti in due piazze

Nella sua 62a edizione il Ljubljana Festival colloca ben cinque eventi in una delle piu belle piazze della citta, la piazza Kongresni trg. Circondata dalle magnifiche quinte degli edifici storici e dal parco con un’incredibile vista sul castello offre, per l’introduzione nella lunga calda estate festivalistica, Poletna noč (Serata estiva), serata dedicata agli evergreen della canzone slovena, che nasce in coproduzione con la radio-televisione nazionale RTV Slovenija. Questa volta e dedicata alle piu belle canzoni ispirate alla citta di Lubiana. A condurre la sera del 21 giugno sara Miša Molk, volto piu noto della televisione slovena; sotto la direzione di Patrik Greblo suoneranno il Big Band e l’Orchestra sinfonica della RTV Slovenija, si esibiranno Tinkara Kovač, Eva Hren, Alenka Godec, Slavko Ivančić, Nuša Derenda, Eva Černe, Anžej Dežan, Nina Strnad, Severa Gjurin e altri.

Prima dell’apertura ufficiale il Ljubljana Festival ci portera fuori dalla Slovenia e dalla sua capitale ricambiando con Carmina Burana il regalo in forma di Stabat mater di Rossini che l’anno scorso ci ha fatto il sindaco di Trieste Roberto Cosolini. Nell’imponente Piazza dell’Unita d’Italia il 30 giugno il capolavoro di Carl Orff verra eseguito sotto la direzione di Uroš Lajovic e dai solisti Aida Čorbadžić, Marko Cvetko e Giorgio Surian e dall’Orchestra della Filarmonica Slovena, dall’ Orchestra e dal coro del Teatro Nazionale sloveno dell’Opera e balletto, dal Coro da camera sloveno, dal Coro accademico Ivan Goran Kovačić e dal Coro del teatro nazionale di Sarajevo. La cantata scenica Carmina Burana fu eseguita per la prima volta l’8 giugno 1937 presso il Teatro dell’opera di Francoforte. Molto noto il suo prologo con O Fortuna che viene spesso utilizzato in film e messaggi pubblicitari. Carmina Burana inaugurera anche la 62a edizione del Ljubljana Festival (1. 7.).

“Carmina Burana e l’omaggio della citta di Ljubljana e del Ljubljana Festival alla citta di Trieste. Cosi stiamo ricambiando il regalo della citta di Trieste e del sindaco Roberto Cosolini che abbiamo ricevuto l’anno scorso. Stabat Mater eseguita dalla Fondazione Teatro Lirico Giuseppe Verdi da Trieste e stata accolta con grande calore dal pubblico di Ljubljana. Speriamo che anche Carmina Burana che il giorno dopo la presentazione a Trieste inaugurera il Ljubljana Festival sia un evento memorabile. I regali fra le due citta sono un segno di amicizia e di collaborazione tra le citta che sono collegate sia economicamente che culturalmente. I cittadini di Trieste e dei dintorni sono un pubblico fedele del nostro festival estivo. Sono cordialmente invitati a seguirlo anche quest’estate,” sono le parole di Darko Brlek, direttore e direttore artistico del Ljubljana Festival e presidente dell’Associazione dei festival europei EFA.

Darko Brlek ha presentato oggi il programma del Ljubljana Festival in conferenza stampa ospitata dal sindaco di Trieste Roberto Cosolini presso la Sala del Consiglio Comunale di Trieste.
In piazza Kongresni trg seguiranno altri tre concerti memorabili. Nell’ambito del progetto Fuoco & ghiaccio (Ogenj & led) il 3 luglio si esibira il rinomato chitarrista macedone Vlatko Stefanovski con Vasko Atanasovski e l’Orchestra d’archi da camera della Filarmonica slovena (Komorni godalni orkester Slovenske filharmonije). In memoriam del decimo anniversario della morte di Carlos Kleiber e per onorare l’inizio della presidenza dell’Italia al Consiglio dell’Unione Europea il 7 luglio si prospetta un concerto indimenticabile. Il famoso direttore d’orchestra Riccardo Mutiunira nel Requiem di Verdi l’Orchestra giovanile Luigi Cherubini, da lui fondata nel 2004, che raccoglie giovani musicisti di tutte le regioni italiane, l’Orchestra della Filarmonica Slovena (Orkester Slovenske filharmonije), il Coro sloveno da camera (Slovenski komorni zbor), il coro dell’Accademia di Musica di Lubiana (Zbor Akademije za glasbo, Ljubljana), il Coro del Friuli Venezia Giulia e il coro della Fondazione Teatro Lirico Giuseppe Verdi di Trieste. A loro si uniranno i musicisti della Filarmonica di Berlino, l’Orchestra Filarmonica di Chicago, l’Orchestra Fondazione Teatro Lirico Giuseppe Verdi di Trieste, l’Orchestra Filarmonica di San Pietroburgo, l’Orchestra nazionale francese, l’Orchestra Sinfonica del Théâtre Royal de la Monnaie, l’Orchestra Filarmonica di Londra e la Filarmonica Viennese.

La divulgazione dello spirito festivalistico all’esterno delle mura di Križanke verra conclusa dalla nota mezzosoprano Elina Garanča, vincitrice di numerosi premi e beniamina dei piu prestigiosi palchi al mondo. E diventata molto nota nel 2003 con l’esibizione al festival di Salisburgo. Accompagnata dall’Orchestra sinfonica RTV Slovenija e diretta dall’ugualmente noto Karel Mark Chichon l’8 luglio eseguira aree dalle opere La Pulzella d’Orléans, Sansone e Dalila, Regina di Saba, Carmen.

 

Straordinario con gli straordinari al teatro Križanke

Dalla piazza Kongresni trg gli eventi estivi in seguito si trasferiscono al Teatro estivo Križanke dove – salvo alcune eccezioni – si svolgera quasi l’intero 62° Ljubljana Festival.

La prima eccezione e l’opera romantica di WagnerLohengrin eseguita da solisti, coro e orchestra del Teatro Nazionale Croato di Zagabria. Il 10 luglio li potremmo ammirare al Cankarjev dom sotto la direzione di Nikša Bareza. Dalla Cina viene l’Orchestra sinfonica Qingdao che presso il teatro Križanke eseguira la Regata, composizione sinfonica scritta da Jeff Rona per la 29° regata Olimpica a Qingdau (22. 7.). Torna in Slovenia anche il Coro Mihail Ivanovi

Glinka. Le sue recite dirette da Vladislav Černušenko avranno luogo alla Filarmonica Slovena, a Petovia e a Kranjska Gora (23., 24., 26. 7.).

La partecipazione della Filarmonica ‘900 Teatro Regio di Torino col direttore Andres Mustonen porta in Slovenia la prima esecuzione della composizione di Sofia Gubaidulina Warum? Wozu? Wodurch? per flauto, flauto basso, clarinetto, clarinetto bassoe archi (24. 7.) che la compositrice russa ha scritto su ordine di Emilia Romagna Festival, Ravello Festival, Ljubljana Festival, Giochi estivi di Dubrovnik, Cappella statale di Dresden, Sinfoniette Amsterdam, Festival pianistico internazionale di Brescia e Bergamo e Fondazione Arena di Verona.

Il rinomato violinista Stefan Milenković e il fisarmonicista Marko Hatlak eseguiranno il progetto Pasión (28. 7.). Ben tre concerti saranno dedicati a tre compositori o musicisti straordinari: l’80° anniversario di Lojze Lebič (23. 8.), i 30 anni di attivita di Zoran Miteva (6. 8.) e il 10° anniversario di attivita di Uroš Perić (29. 8.). Vlado Kreslin eseguira il suo tradizionale concerto al Križanke il 26. 8.

I Solisti di Mosca saranno alla Filarmonica Slovena il 27. 8.; si esibiranno come solisti il violista Jurij Bašmet e la violinista Lana Trotovšek.

 

Pianisti al Ljubljana Festival

L’edizione di quest’anno del festival estivo ci propone ben quattro rinomati pianisti di grande successo.

Boris Berezovski si esibira ben due volte: da solo e con l’Orchestra della Filarmonica Slovena (14., 15. 7.). Si esibiranno insieme i rappresentanti di due generazioni diverse: il pianista austriaco Paul Badura-Skoda e il giovane pianista russo Rostislav Krimer (24. 8.).

Il 62° Ljubljana Festival si conclude con il concerto della Royal Concertgebouw Orchestra di Amsterdam che il 10 settembre sara diretta da Mariss Jansons, uno dei piu noti direttori d’orchestra al mondo. Si esibira come solista Jean-Yves Thibaudet, noto come uno dei pianisti mondiali di maggior talento. Ha iniziato lo studio preso il Conservatorio di Lyon all’eta di cinque anni, a sette ha avuto la sua prima recita. Ha collaborato con numerose orchestre rinomate, come l’Orchestra Gewandhaus Leipzig, che al Ljubljana Festival abbiamo potuto ammirare l’anno scorso, e solisti, come Jurij Bašmet, che ospitiamo quest’anno. E vincitore di numerosi premi; per Decca Records ha inciso oltre 40 dischi. E interessante che Jean-Yves Thibaudet di solito durante le sue esibizioni veste abiti della rinomata stilista di moda Vivienne Westwood.

 

Passione mediante il movimento

Torna al teatro di Križanke, questa volta con il progetto d’autore Autoportretto, la regina del flamenco María Pagés (16. 7.). Alla Serata di gala delle stelle mondiali del balletto potremo ammirare coppie di ballerini che di fatto sono prime ballerine e primi ballerini e migliori solisti del teatro Bolšoj di Mosca, dei teatri Mihailovski e Mariinskij di San Pietroburgo, del Teatro tedesco nazionale dell’Opera di Berlino, del Teatro del balletto nazionale inglese e del Balletto nazionale olandese. Potremo ammirare i piu bei duetti dai balletti Cenerentola, Onjegin, Spartaco, Korsar, Silfide, Seherezada, Don Kihot e altri. Il direttore artistico e regista della serata e il rinomato coreografo russo Vasilij Medvedev.

In co-produzione del Teatro nazionale dell’Opera e del balletto SNG Maribor, dei Giochi estivi di Ragusa (Dubrovnik) e del Ljubljana Festival sta nascendo il balletto neobarocco Relazioni pericolose (Dangerous liaisons), dove come coreografi firmano Valentina Turcu e Leo Mujić (28. 8.). L’ispirazione per il balletto viene dal romanzo di Pierre Choderlos de Laclos dallo stesso titolo e dal Quartetto diHeiner Müller.

C’e senza dubbio grande attesa anche per i musical in programma al festival estivo. Dal West End di Londra questa volta ospitiamo Evita. L’autore del testo e Tim Rice, delle musiche Andrew Lloyd Webber. Il regista e coreografo e un vecchio conoscente del nostro pubblico Mykal Rand, la produzione e curata da Bronowski.

Fra gli eventi che si svolgeranno dopo la chiusura ufficiale del 62° Ljubljana Festival e in programma il musical Cvetje v jeseni (Fiori d’autunno). Si tratta di una delle opere letterarie slovene piu conosciute, scritta nel 1917 da Ivan Tavčar. Per il palco del teatro Križanke la regia e affidata a Vojko Anzeljc. L’autore delle musiche e Matjaž Vlašič, i protagonisti: Matjaž Robavs, Nina Pušlar, Jure Ivanušič, Alenka Kozolc, Maja Martina Merljak, Ana Grasselli.

 

Impegno sociale

Il terzo anno di seguito il Ljubljana Festival organizza workshop tematici gratuiti per bambini. Quest’anno viene dedicato ai bambini disagiati con meno possibilita. Il progetto e organizzato in collaborazione con l’associazione Zveza prijateljev mladine Ljubljana Moste-Polje, che cerca di creare un’estate spensierata anche per bambini da famiglie che non si possono permettere vacanze speciali.

 

Arte ai massimi livelli a partire da 5 euro

Prevendita con lo sconto del 10 per cento su tutti i biglietti quest’anno fino al 20 giugno. E possibile usufruire degli sconti anche dopo il 20. 6. con le carte fedelta dei nostri sponsor e con i biglietti di: Mestni muzej (Museo civico), Narodna galerija (Galeria nazionale), Postojnska jama (Grotte di Postumia).

Offerte speciali per i membri del Club del Festival Ljubljana.

Il Festival Ljubljana quest’anno introduce un’altra novita. Per i concerti in piazza Kongresni trg sara possibile acquistare biglietti per posti in piedi al prezzo di 5o 9 euro lo stesso giorno del concerto. Per ragazzi fino a 14 anni i posti in piedi sono gratuiti.

I biglietti sono disponibili presso www.ljubljanafestival.si, www.eventim.si, aree di servizio Petrol e filiali della Posta (Pošta Slovenije) sul territorio della Slovenia.

A Trieste:

A Udine:

  • Multimedia-Angolo dela musica, Via Aquileia 89; 043 250 57 45

 

Informazioni / Relazioni pubbliche

Hermina Kovačič
Tel.: +386 (0)1 241 60 16
Hermina.Kovacic@ljubljanafestival.si

Sanja Kejžar Kladnik
Tel.: +386 (0)1 241 60 19
Sanja.Kejzar@ljubljanafestival.si

www.ljubljanafestival.si

We would like to inform all visitors that, in keeping with the Ordinance on temporary measures for the prevention and management of infections with the infectious disease COVID-19 (Official Gazette of RS No. 174/ 2021), only final users who fulfill the conditions specified in the Ordinance may attend public cultural events. More information here.